La mia pizza furba senza farina è sia per noi che per cani, ed è una ricetta che vi sorprenderà e soprattutto vi conquisterà al primo assaggio. Un concentrato di verdure, sapientemente condito e cotto in forno in modo tale che il risultato sia in tutto e per tutto simile ad una classica pizza lievitata. Questa, oltre a essere una ricetta light, è anche una soluzione intelligente e originale per chi ha intolleranze a glutine e/o lievito; sostituendo i latticini con una versione delattosata, sarà anche perfetta per chi ha intolleranze al lattosio. Ma non è finita qui: questa pizza furba si trasforma in una pizza per cani, divertente da fare e da far assaggiare (il mio IndianaJones l’ha letteralmente divorata!). Se vi piace l’idea di una doppia ricetta, ovvero per voi e rifatta molto simile per il vostro cane, provate i miei pan di stelle e can di stelle, o le camille e canille!

pizza-furba-senza-farine

Ingredienti della pizza senza farina: per 1 base da 30 cm di diametro e 1 da 10 cm di diametro

  • cavolfiore 1 kg al netto negli scarti (leggete quanto riporta il “Box canino”)
  • formaggio grattugiato 60 g
  • albumi di uova medie 2
  • fecola di patate* 40 g

Condimento per noi

  • passata di pomodoro a piacere
  • sale a piacere
  • olio extravergine di oliva 1 filo
  • mozzarella per pizza (o fiordilatte, ma lasciandola scolare dalla notte prima) 1

Condimento per cani

  • ricotta vaccina 1 cucchiaio
  • wurstel di pollo** 3 fettine sottili

Procedimento

La base della pizza senza farina è una vera e propria chicca, estremamente semplice da fare. Unico avvertimento, sarò sincera: organizzatevi con un bel cutter o food processor capiente perché il cavolfiore da tritare è parecchio… io ne ho uno piccolo e ho fatto dei disastri in cucina!

La base, in comune

Lavate il cavolfiore, eliminate eventuali foglie e tritatelo grossolanamente. Tritatelo bene in un cutter e a crudo, in modo che risulti a grana molto fine. Trasferitelo in una capiente ciotola e incorporate bene il formaggio grattugiato, gli albumi e la fecola di patate. Ottenete un composto omogeneo.

*consiglio la fecola o l’amido di mais per questa ricetta, al posto della farina di riso, in quanto gli amidi rendono l’impasto più colloso e compatto (e in questa ricetta è fondamentale).

Pizza furba per noi

Foderate la teglia per pizza con carta da forno e distribuite l’impasto al suo interno: tutto tranne 2 cucchiaiate che terrete per la pizza per cani più piccina. Stendete bene l’impasto, che è molto umido, coprendolo con un foglio di carta da forno. Ottenete anche il “cornicione” della pizza, così che risulti ancora più realistica e invitante.

Infornate in forno statico preriscaldato a 200°C per 45 minuti. Condite la pizza con la passata di pomodoro (cui dovete aggiungere sale e olio di oliva) e con la mozzarella. Infornate nuovamente a 200°C per 20 minuti.

Un consiglio: se avete il forno con modalità “cottura solo dal basso”, ve la consiglio caldamente per gli ultimi 10 minuti della prima e della seconda cottura. Sfornate la pizza e gustatela!

Pizza per cani

pizza-per-cani

Foderate con carta da forno la teglia più piccina e procedete come spiegato precedentemente, cottura compresa. Sfornatela, lasciatela raffreddare e conditela con ricotta e fettine di wurstel. Pronta! La versione per cani non necessita di una seconda cottura.

Alternative

**Io ho usato wurstel di pollo senza glutine e senza conservanti o glutammato, ma voi potete scegliere mille varianti per il vostro cane: niente ricotta, niente wurstel ma scarti di zucchine grattugiati, bucce di patata cotta che buttereste via, bucce di carota, un po’ di tonno ben sgocciolato dall’olio…

Box canino

Questa pizza per cani è ricchissima di fibre e vitamine grazie alla presenza di verdure buone come il cavolfiore, inoltre risulta leggera e digeribile. Certo, con ricotta e wurstel è uno snack forse un po’ sostanzioso, ma se fate assaggiare una fettina alla volta questa pizza può durare 3 giorni. Oppure, fatela mangiare tutta ma per un’occasione speciale e dando poi meno pappa normale o facendo correre e giocare un po’ di più il vostro cane! IMPORTANTE: il cavolfiore non è un alimento per cani adatto alla somministrazione tutti i giorni, ma solo ogni tanto: in grandi quantità può favorire insorgere di gotta, e fermenta nell’intestino quindi non è mai adatto ai cani che soffrono di enterite.

Le ricette per cani suggerite su questo portale sono state valutate e approvate dal medico veterinario Sara Cattalani, dal 2007 iscritta al FNOVI e operante a Varese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close